Prestiti a Perugia
e provincia

DIPENDENTI PUBBLICI
DIPENDENTI PRIVATI
DIPENDENTI STATALI
FORZE ARMATE
POLIZIA
CARABINIERI
FORZE DELL'ORDINE

CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE
IN CONVENZIONE
INPS INPDAP

PENSIONATI INPS
PENSIONATI INPDAP
RICHIEDI IL TUO PRESTITO

ACCONTI IMMEDIATI
ANCHE PER PROTESTATI

prestiti Friuli

Prestiti a Bolzano e provincia

Essendo quella di Bolzano una provincia di confine, iniziamo subito col dire che i nostri prestiti sono rivolti unicamente a chi lavora in territorio italiano. Essendo basati sulla busta paga del lavoratore e prevedendo dei contatti e delle verifiche sulle aziende presso le quali lavorate non può che essere così. Se oltre a risiedere in uno dei 116 comuni che compongono la provincia di Bolzano lavorate in Italia o ricevete una pensione Inps, Ex-Inpdap, Enpals, ex Ipost o Ensarco contattateci che ne verifichiamo la fattibilità o meno. A chi ci contatta dicendoci cerco prestito urgente a Merano piuttosto che a Bressanone, Laives o Brunico portiamo molta attenzione e proviamo a qualificare meglio la richiesta. Una delle principali perdite di tempo che riscontriamo nella nostra attività è legata a fraintendimenti, risposte approssimative e documenti incompleti. Questi imprevisti ci portano a fare due o più volte lo stesso lavoro con conseguenti ritardi rispetto a quanto preventivato. Queste imprecisioni si verificano sia nel rapporto con clienti di grandi centri come ad esempio Bolzano città, Appiano sulla Strada del Vino, Lana, Caldaro sulla Strada del Vino o più piccoli quali ad esempio Caines, Anterivo, Lauregno, Proves o Ponte Gardena. Tra gli errori più grossolani che rallentano le pratiche sono i documenti d’identità irriconoscibili o sovrapposti, o informazioni incorrette. Altre volte vengono tralasciati dettagli rilevanti come ad esempio il fatto di essere stati sottoposti a Cassa Integrazione Guadagni negli ultimi 12 mesi. Molte volte poi diventa difficile sentirsi visto che il cliente non risponde al telefono durante gli orari d’ufficio, quelli che vanno dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Mentre i consulenti lavorano h24, il back office ha degli orari meno flessibili. Visto che una volta ottenuti i documento la palla passa al back office, in caso di documentazione incompleta o non pervenuta saranno loro ad occuparsene. In molti casi poi è l’incertezza e la titubanza del richiedente a bloccare le pratiche. Ci sono clienti che ci contattano con un grande fretta di ottenere un prestito, poi invece nel momento in cui siamo pronti ad erogargli il denaro che avevano richiesto ci dicono che devono pensarci un po’, o che quella settimana non hanno tempo. Tra i finanziamenti più richiesti in comuni poco popolati quali Fortezza, Tires, Tubre, Verano, Glorenza, Martello, Senale San Felice, Avelengo, Plaus, Braies, Cortina sulla Strada del Vino e Predoi, vi sono quelli legati all’acquisto dell’auto nuova, km0 o usata. Molte sono anche le ricerche di concessionarie che concedono acquisti con cambiali. Ovviamente le richieste di prestiti cambializzati non ottengono molti riscontri positivi e anche quando capita non sono molto convenienti per il debitore e sono poco sicure per il creditore. Per gli autonomi può anche darsi che non ci siano alternative alle cambiali, non sappiamo e non ce ne occupiamo. Diversa è la situazione per pensionati e lavoratori dipendenti. Per queste ultime due categorie di persone la cessione del quinto può essere presa in considerazione come alternativa al cambializzato. Su cosa si basa questa affermazione? Vale anche per chi lavora a Santa Cristina Valgardena, Nalles, Nova Levante, Tesimo, Sesto, Postal, Villandro, Sluderno, Terento, San Martino in Badia, Barbiano, Gargazzone, Aldino, Meltina, Montagna, Villabassa, San Pancrazio, Perca, Cermes, Luson, Selva dei Molini, La Valle, Corvara in Badia, Rifiano, Magrè sulla Strada del Vino, Senales, Rodengo, Stelvio, Vadena, Trodena nel Parco Naturale e Andriano? Si vale anche per questi comuni! Mentre la nostra tesi in base alla quale cqs e cqp sono delle ottime alternative alle cambiali si basa sul fatto che molti dei richiedenti pagamenti cambializzati lo fanno in seguito alla ricezione di un rifiuto di finanziamento da parte di una banca o di un operatore finanziario. Spesso questi crediti negati derivano da un protesto che il richiedente ha ricevuto per rate, multe o bollette non pagate. Questi protesti portano le persone che li hanno ricevuti ad essere segnalate al Crif o ad altri database tenuti da società che si occupano dei Sistemi di Informazioni Creditizie. Le altre società abbastanza note oltre al Crif sono Ctc ed Experian. Le cessioni di pensione e stipendio sono garantite da buste paga e cedolini della pensione, nel senso che il pagamento delle rate avviene prelevando gli importi prima che stipendi e pensioni vengano pagati ai loro beneficiari. Questa caratteristica di cqs e cqp oltre ad eliminare il rischio di ritardi nei pagamenti, trasferisce il rischio di inadempienza dal lavoratore dipendente privato all’azienda presso la quale lavora e dai lavoratori dipendenti pubblici e pensionati allo Stato. Per quanto riguarda lavoratori dipendenti sia del settore pubblico che di quello privato oltre alla busta e allo statino gli istituti di credito e le compagnie assicurative richiedono un ulteriore garanzia data dal Tfr che costituisce un ulteriore cuscinetto a garanzia dei creditori. Cosa ci guadagnano i lavoratori a mettere anche il Tfr in garanzia del prestito nei confronti dei pensionati che possono avere una cessione senza bisogno di questa ulteriore garanzia (anche perché i pensionati non hanno un Tfr, ndr)? La regola principale sulla quale si basa la finanza nel regolamentare il rapporto tra creditori e debitori e che al crescere del rischio aumentano i costi rappresentati dai tassi di interesse e da eventuali premi assicurativi, che chi riceve il denaro dovrà corrispondere a chi lo eroga. Quindi Tan e Taeg più bassi. Ma vi è un altro vantaggio, di maggior rilievo, per i lavoratori che è rappresentato dalla possibilità di richiedere una delega di pagamento. Cos’è la delega di pagamento? I pagamenti con delega non sono altro che la possibilità data ai lavoratori dipendenti di andare oltre il 20% dello stipendio con l’ammontare della rata massima. Ricordiamo un po’ le regole generali della cessione del V. Il numero massimo di rate attraverso le quali si possono rimborsare i prestiti con cessione sono 120 rate mensili che equivalgono a 10 anni. L’importo massimo della rata è un quinto del netto in busta. Quindi moltiplicando il 20% del cedolino netto o della busta netta per 120 si ottiene il montante. Al montante verranno poi detratti i costi di istruttoria e quelli assicurativi. Come potete vedere è possibile che chi sta cercando dei finanziamenti per ristrutturare casa piuttosto che per consolidare i debiti possa aver bisogno di una somma superiore. Spesso si incontrano persone che cercano una seconda trattenuta in busta paga o chi addirittura una terza cessione del quinto. Per esporsi così tanto, le banche e le assicurazioni necessitano di ulteriori garanzie rappresentate dal Tfr. La mancanza del Tfr è uno dei principali fattori che portano ad escludere i pensionati dalla possibilità di ottenere una delega di pagamento. Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti l’ostacolo nei confronti di banche e assicurazioni è rappresentato dall’ammontare di Tfr residuo. Rispetto alla cessione tuttavia esiste un ulteriore ostacolo rappresentato dall’autorizzazione del datore di lavoro. Infatti il vostro responsabile potrà rifiutarsi di concedervi la delega di pagamento a suo insindacabile giudizio. Se l’azienda presso la quale lavorate ha meno di 16 dipendenti non potrete ottenere la cessione. Le grandi fabbriche in comuni come Val di Vizze, Scena, Monguelfo-Tesido, Ultimo, Rasun-Anterselva, Velturno, Chienes, Falzes, Bronzolo, Campo di Trens, Laion, Marlengo, Selva Val Gardena, Funes, Tirolo, Curon Venosta, Castelbello-Ciardes, Valle di Casies, Cortaccia sulla Strada del Vino, Brennero e Moso in Passiria, sono poche. Ciò non toglie che gli ex dipendenti di piccole aziende che si sono ritirati in pensione potranno accedere alla cqp. I prestiti con cessione del quinto della pensione sono infatti convenzionati Inps, Ex-Inpdap, Enpals, ex Ipost ed Ensarco. Oltre ai finanziamenti per acquisto auto e per ristrutturazione casa i motivi tra i quali viene richiesta la cessione del quinto è per motivi legati alla cura della persona o a spese mediche impreviste. Molto diffusi sono anche i finanziamenti per l’acquisto di mobili. Una volta finito di pagare il mutuo molte giovani famiglie passano al secondo step legato all’arredamento della propria abitazione, mentre i pensionati una volta acquistata casa o ristrutturata casa con i soldi della liquidazione decidono di rinnovare la mobilia della propria residenza. Cambiare il bagno, la sala, la cucina, le camere da letto può comportare un investimento che varia da poche migliaia di Euro a decine di migliaia di Euro a seconda della qualità dei prodotti acquistati. Un mobile acquistato all’Ikea costerà sicuramente meno di uno fatto fare su misura da un falegname. Anche se in questo secondo caso la qualità sarà nettamente superiore. Mentre nel primo caso sarà direttamente il venditore a proporvi una rateizzazione dell’acquisto. Nel secondo caso, quello del falegname, sarete voi a dovervi informare su come fare a finanziare il vostro acquisto. Girare per mobilifici a Lasa, Nova Ponente, San Lorenzo di Sebato, Salorno, Parcines, Ora, San Leonardo in Passiria, Fiè allo Sciliar, Badia, Prato allo Stelvio, Cornedo all’Isarco, Dobbiaco, Termeno sulla Strada del Vino, Vandoies, San Candido, Gais, San Martino in Passiria, Valdaora, Naz-Sciaves, Rio di Pusteria, San Gervasio Atesino e Marebbe è uno dei passi che dovrete compiere per cambiare l’arredamento della vostra abitazione. Il secondo passo riguarda la ricerca del finanziamento al fine di poter pagare a rate tavoli, credenze comodini, specchi e tutto ciò che vi serve per migliorare la vivibilità della vostra abitazione. Pensate poi a chi compra i mobili in un negozio e gli elettrodomestici in un altro in questo caso rischiate di trovarvi a pagare più rate ogni mese con il rischio di saltare il pagamento di qualche rata. Il salto rata quando non previsto contrattualmente comporta il rischio di segnalazione al Crif o simili, rendendo più difficile per il protestato ricorrere ad altri finanziamenti. Una soluzione di gran lunga migliore sarebbe quella di richiedere un prestito di liquidità. Per pensionati e lavoratori dipendenti la soluzione che ci sentiamo di suggerirvi è rappresentata dalla cqs e dalla cqp. Altri comuni con meno di 10000 abitanti nella provincia di Bolzano sono: Caldaro sulla Strada del Vino, Renon, Sarentino, Vipiteno, Castelrotto, Silandro, Valle Aurina, Naturno, Campo Tures, Egna, Chiusa, Laces, Malles Venosta, Lagundo, Ortisei, Varna, Racines e Terlano. Trovare filiali di banche, finanziarie e poste in questi paesi di media grandezza non è difficile, così come ottenere dei preventivi differenti. C’è un però, vale a dire se i preventivi differenti sono basati su strumenti del credito diversi o solo su soggetti che erogano il credito vari. Nel primo caso vale la pena di valutare con attenzione le caratteristiche dei diversi strumenti che vi vengono proposti. Mentre nel secondo caso, quello solitamente utilizzato anche dai comparatori prestiti che si trovano online, a cambiare saranno soltanto delle piccole frazioni di percentuale di interesse. Stessa cosa avviene quando vi avvalete delle simulazioni di prestito. Dato che non esiste un solo strumento per erogare il credito al consumo ma ne esistono tanti, ognuno con delle caratteristiche differenti bisognerà capire quale strumento fa al caso vostro. Per questo motivo suggeriamo a chi vuole fare una seria comparazione prestiti di contattare direttamente più agenzie, finanziarie e banche, meglio se online così da risparmiare sui costi di informazione e di transazione necessari per informarsi e contrattare il vostro finanziamento. Questo suggerimento vale anche per chi vive a Bolzano città o in comuni medio grandi quali Merano, Bressanone o Laives. Lo sappiamo benissimo che in questi grandi comuni esistono filiali delle principali banche italiane e non, come ad esempio Alpenbank, Alto Adige Banca, Banca di Trento e Bolzano, Banca Fideuram, Banca MPS, BNL, Creval, Banca Popolare dell’Alto Adige, Banca Popolare di Sondrio, Bhw Bausparkasse Ag, Intesa Sanpaolo, Mediocredito Trentino, Prader Bank, Unicredit, Volkswagen Bank Gmbh. Anche se le loro filiali sono a portata di mano, bisogna vedere se dal punto di vista degli orari sono così semplici da raggiungere. Infatti che lavora a “giornata”, potrebbe essere impegnato negli stessi orari in cui la filiale è aperta. Ergo, per poter andare in filiale bisognerà prendere delle ore di permesso dal lavoro. Mentre contattando un’agenzia online come Pronto Cash potrete fare tutto comodamente dalla vostra poltrona di casa o dal tavolino in sala mensa o dalla fermata del bus. Quale numero chiamare? 800501701 numero verde di Pronto Cash. Altrimenti potrete compilare il nostro form e vi contatteremo noi. Vi ricordiamo che forniamo preventivi senza impegno e consulenze gratuite. Questi servizi tuttavia sono destinati unicamente a pensionati e lavoratori dipendenti assunti a tempo indeterminato.

Pronto-Cash.it e' un dominio di proprieta' di Fin Solution Italia spa - agente finanziario specializzato nella vendita del prodotto della cessione del quinto dello stipendio e deleghe di pagamento Pronto Cash si occupa esclusivamente di Cessione del Quinto dello Stipendio e della Pensione.
Per scoprire come la CQS potrebbe essere utilizzata come alternativa ad altre forme di Prestito visita le pagine dedicate:
prestiti a cattivi pagatori, prestiti cambializzati, tredicesima, Tre Quinti di Stipendio,Prestito Vacanze, Prestito Studenti, Prestito Finalizzato, Prestito Veloce, Prestiti Fiduciari, Perche' la CQS, Prestito Fotovoltaico, Segnalati Crif, Credito al Consumo, Quanto costa richiedere un prestito, Cosa e' la CQS, Cosa e' la CQP, Controlli finanziarie, Consolidamento debiti, Calcolo prestiti online, Confronta Prestiti, Prestito chirografario, Prestiti per le Forze Armate, Prestiti per i Carabinieri, Prestiti in Toscana, Prestiti a Novara e Provincia, Prestiti in Molise, Prestiti in Provincia di Vercelli, Prestiti a Genova, Prestiti a Mantova, Prestiti a Cremona, Prestiti a Brescia, Prestiti a Torino, Prestiti in Umbria, Prestiti in Val d'Aosta, Prestiti in Basilicata, Prestiti a Savona, Prestiti a Imperia, Prestiti a La Spezia, Prestiti a Verbania,Prestiti in Trentino Alto Adige, Prestiti a Belluno e Provincia, Prestiti in Friuli Venezia Giulia, Prestiti in Sardegna,Prestiti Polizia, Prestiti a Verona e Provincia, Prestiti a Venezia e Provincia,Prestiti a Padova e Provincia, Prestiti a Rovigo e Provincia, Prestiti a Vicenza e Provincia, Prestiti a Treviso e Provincia, Prestiti a Cuneo e Provincia, Prestiti a Biella, Prestiti ad Asti e Provincia, Prestiti ad Alessandria e Provincia, Prestito Sposi, Prestito Statali, Pronto Prestito, Finnetwork, Prestito Mobili, Cqs Polizia di Stato, Prestiti a Lodi e Provincia, Prestiti a Sondrio e Provincia, Prestiti a Pavia e Provincia, Prestiti a Lecco e provincia, Prestiti a Bergamo e provincia, Prestiti a Como, Prestiti a Roma e provincia, Prestiti a Monza; Prestiti a Milano; Prestiti a Varese; Prestiti a Piacenza, Prestiti a Parma; Prestiti a Ferrara; Prestiti a Modena; Prestiti a Reggio Emilia; Prestiti nel comune di Roma; Prestiti a Latina; Prestiti a Frosinone; Prestiti a Rieti; Prestiti a Viterbo; Prestiti nella Regione Lazio; Prestiti Forli e Cesena; Prestiti a Rimini; Prestiti Roma; Prestiti a Foggia; Prestiti in provincia di Adria, Barletta e Trani; Prestiti a Brindisi; Prestiti a Lecce; Prestiti a Taranto; Prestiti a Napoli; Prestiti a Salerno; Prestiti a Caserta; Prestiti a Benevento; Prestiti ad Avellino; Prestiti a Cosenza; Prestiti a Crotone; Prestiti a Vibo Valentia; Prestiti a Catanzaro; Prestiti a Reggio Calabria; Prestiti a Messina; Prestiti a Catania; Prestiti a Enna e provincia; Prestiti a Ragusa e provincia; Prestiti a Mazara del Vallo; Prestiti ad Agrigento; Prestiti a Palermo; Prestiti a Trapani; Prestiti in provincia di Pesaro e Urbino; Prestiti a Siracusa; Prestiti a Caltanisetta; Prestiti a Fermo; Prestiti ad Ancona; Prestiti a Macerata; Prestiti ad Ascoli Piceno; Prestiti a Teramo; Prestiti a Pescara; Prestiti a Chieti; Prestiti l'Aquila; Prestiti a Massa Carrara; Prestiti a Lucca; Prestiti a Pistoia; Prestiti a Prato; Prestiti a Firenze; Prestiti ad Arezzo; Prestiti a Siena; Prestiti a Pisa; Prestiti a Livorno; Prestiti a Grosseto; Prestiti a Udine; Prestiti a Pordenone; Prestiti a Gorizia; Prestiti a Cagliari; Prestiti a Nuoro; Prestiti per la provincia del sud Sardegna; Prestiti a Oristano; Prestiti a Sassari; Prestiti a Trento; Prestiti a Terni; Prestiti a Perugia; Prestiti a Bolzano; Prestiti a Campobasso; Prestiti a Isernia; Prestiti a Potenza